VEROLA - Due gol di Raimondi e Magnoni archiviano la pratica della Verolese e confermano la terza posizione in classifica per la Juniores nerobianca.

Sabato 29 ottobre, presso lo stadio comunale di Verola la Juniores del Crema 1908 scende in campo per riscattare la bruciante sconfitta della settimana precedente a Castegnato.

Tutti a disposizione di mister Dossena che sceglie Balduzzi in porta, Tosca, Rossi, Usberghi e Ragusa nella linea dei 4 difensori, Moroni in cabina di regia, Raimondi e Sanzanni nel ruolo delle mezzali, Roncalli a fornire l’appoggio per i due attaccanti: Magnoni e Zaini.

La partita stenta a decollare e vive di equilibri dettati da ritmi blandi e scarse idee. Squadre sotto tono dall'una e dall'altra parte.

La prima vera emozione nasce da una verticalizzazione dei padroni di casa che liberano la punta lanciata verso la rete ma stupendamente anticipata all'ingresso dell’area da un provvidenziale Ragusa in rincorsa.

Attorno al 40esimo una punizione ben calciata da Usberghi non viene capitalizzata a dovere. Prima da Magnoni in stacco aereo e successivamente da Roncalli, appostato in area e pronto a colpire. Ma non c’è niente da fare. Anche il secondo giocatore cremino, forse messo fuori tempo dal compagno, non finalizza. Al 43esimo Magnoni, defilato, riceve la palla e calcia in porta ma il pallone è facile preda del portiere verolese.

Un minuto dopo Roncalli riesce a concretizzare un delizioso filtrante Magnoni che viene murato dal portiere avversario in uscita.

L'apertura di ripresa è avara di spunti e di occasioni. Al quinto minuto arriva la conclusione di Zaini. Ma l’intuizione, per quanto buona e dotata di tempismo, non fa correre alcun pericolo all’estremo bresciano.

Al 58esimo minuto è Magnoni a involarsi tra due uomini in area. La palla passa, ma lui no. Per l'arbitro non si tratta di calcio di rigore.

Al 67esimo, da una punizione dai venti metri, nasce il vantaggio cremino: Raimondi calcia magistralmente approfittando della barriera mal disposta ed insacca a fil di palo.

Appena il tempo di battere a centrocampo e la Verolese si presenta in area cremina dove é Rossi a sbrogliare la matassa, riguadagnando la sfera e subendo fallo.

Più si accumulano i minuti nella seconda frazione di gioco e più risulta evidente la differente preparazione atletica: i nerobianchi appaiono in moto perpetuo mentre i biancoazzurri abbassano il baricentro e perdono metri su metri, distendendosi in avanti con rare puntate in contropiede.

Al 78esimo Magnoni lotta caparbiamente ringhiando sul centrale bresciano e dopo avergli sottratto il pallone, si allarga fulmineamente per evitare il portiere in uscita ed insacca dal limite dell'area con il piatto sinistro. La partita termina dopo pochi minuti senza ulteriori emozioni.

Il bilancio del match pende a favore del Crema che incassa i 3 punti con il minimo sforzo, senza brillare particolarmente, ma concedendo nei fatti una giornata di ferie a Balduzzi, inoperoso nel corso dei novanta minuti. La prossima giornata vedrà il Crema ospitare la temibile Stezzanese con un punto di vantaggio sulla compagine di mister Dossena. Davanti a tutti c’è ancora il Sarnico.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.