CASTEGNATO - Uno scatto di orgoglio per supertare un incidente di percorso che è costato il secondo posto in classifica. E' ciò che chiede mister Dossena dopo che, sabato 22 ottobre allo stadio comunale di Castegnato, la squadra Juniores del Crema 1908 ha disputato l'ottava partita di campionato accusando un durissimo 3-1.

Ancora privo di Villani e Zaini, comunque vicini al rientro e dovendo rinunciare sia a Lena che a Ragusa, mister Giovanni Dossena schiera comunque una formazione di tutto rispetto. Ma che sia una giornata da dimenticare lo si intuisce sin dal riscaldamento quando a fermarsi è l'affidabile portiere classe '99, Fabio Balduzzi, vittima di una contrattura ad un pettorale.

A scendere in campo saranno quindi Simonelli in porta, Sfondrini, Rossi, Usberghi e Tosca a costituire la linea difensiva, Moroni davanti alla difesa, Raimondi e Sanzanni in mezzala, Roncalli tra le linee, immediatamente dietro a Magnoni e Simonetti.

I padroni di casa dimostrano da subito le loro intenzioni bellicose e calcano il sintetico di via Lunga con grande aggressività, aggredendo i portatori di palla cremini già al limite dell'area.

Il Crema soffre e conduce un match dai ritmi assai blandi e ricco di errori tecnici.

Al 13º l'equilibrio viene spezzato dal vantaggio dei franciacortini con Bertoni che dalla destra lascia sul posto due difensori ed infila Simonelli sul palo opposto per l'1-0. Al 17º la prima conclusione a rete è dei nerobianchi proviene da Magnoni. Ma il suo piatto risulta più un passaggio al portiere di casa.

Le soluzioni tattiche cremasche sono ridotte al lumicino e si limitano a lanci lunghi ed infruttuosi che Magnoni, troppo solo, tenta vanamente di mettere a frutto. 

Il primo tempo si chiude senza particolari sussulti con i nerobianchi quasi irriconoscibili rispetto alle ultime uscite.

A dispetto della prima frazione la ripresa si apre con un Crema ritrovato, volitivo, spumeggiante ed a tratti difficile da contenere: al 6º il pareggio con un'azione di splendida fattura, avviata da un guizzo di Roncalli tra due avversari, il successivo scarico in fascia a Tosca che guadagna il fondo e serve Magnoni per un semplice tap in: 1-1.

Dopo la rete del pari, per oltre 20 minuti, il gioco ristagna e lo spettacolo non è per nulla divertente. Al 34º rischia il Crema che deve ringraziare Usberghi, autore di un recupero miracoloso ma ullo sviluppo viene assegnato un calcio di punizione dal limite dopo un intervento nettamente regolare di capitan Rossi dal quale nasce il nuovo vantaggio della Rigamonti.

Al 40º Simonelli si prodiga in una difficile parata su un tiro dalla distanza, deviando in angolo. Dal corner nasce il 3-1 con un giocatore bresciano libero di appoggiare in porta. Nel finale da segnalare un doppio palo derivato da un bel tiro di uno sfortunato Magnoni. Poi il fischio finale.

Mister Dossena, al termine del match, ha commentato senza mezzi termini la partita della formazione nerobianca: «Abbiamo giocato nettamente al di sotto delle nostre potenzialità. La prestazione non è stata all’altezza come si comprende dal risultato che non lascia alibi. Ma il campionato è ancora lungo e abbiamo tutto il tempo di recuperare. C’è stato un calo pericoloso di concentrazione. Un lusso che non possiamo permetterci. Ora dobbiamo lavorare duramente in settimana per capire gli errori commessi, riflettere, rimediare. E’ il solo modo che abbiamo per tornare ai livelli di gioco e di rabbia agonistica che ci caratterizzano e in assenza dei quali non sarà possibile raggiungere gli obbiettivi che ci siamo prefissati. E’ suonato il campanello d’allarme. Non dobbiamo drammatizzare ma non dobbiamo nemmeno fare finta di niente. Dobbiamo solo impegnarci di più e credere in noi stessi». 

Il Crema, dopo l’amara trasferta, scivola dal secondo al terzo posto dietro il Sarnico e la Stezzanese. Prossimo match ancora fuori casa, sabato pomeriggio, contro la Verolese.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.