CREMA - È stato presentato a Crema l’accordo triennale tra Confindustria Piccola Industria e il Gruppo Intesa Sanpaolo “Progettare il futuro”, dedicato alla competitività e alla trasformazione delle imprese, per cogliere le opportunità offerte dalla “quarta rivoluzione industriale”. La partnership, che mette a disposizione un plafond nazionale di 90 miliardi di euro, dei quali 15,5 miliardi destinati alle imprese clienti della direzione regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo, a esclusione di quelle di Milano e della Provincia di Monza Brianza, viene presentata dentro i luoghi deputati ad accogliere e fare proprie le finalità dell’accordo: le imprese. Alla presentazione che si è svolta infatti presso Ancorotti Cosmetics Srl, hanno partecipato, tra gli altri, Alvise Biffi, vice presidente Confindustria Piccola Industria, Paolo Graziano, direttore regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo, Manuela Bonetti, presidente Comitato Piccola Industria Assindustria Cremona, Fabrizio Guelpa, responsabile Industry & Banking della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo e Renato Ancorotti, presidente di Ancorotti Cosmetics.

Per l’industria italiana, costituita soprattutto da PMI, lo sviluppo di Industria 4.0 e il relativo Piano del Governo possono essere la strada per recuperare competitività e per creare nuovi posti di lavoro grazie a elevate competenze, nuovi modelli di business e tecnologie innovative. Le opportunità di sviluppo per le realtà aziendali che riusciranno a cogliere questa sfida sono enormi, ma richiedono un intervento a tutto tondo, con investimenti in capitale fisso e immateriale, soprattutto in ricerca, innovazione e formazione, nonché trasformazioni organizzative e una continua attenzione alle evoluzioni in corso. Occorre partire subito perché le tecnologie sottostanti Industry 4.0 necessitano di 10-15 anni per raggiungere la completa maturità nel mercato ed essere pienamente efficienti.

Manuela Bonetti, presidente Comitato Piccola Industria di Cremona: “Il Comitato Piccola Industria di Cremona ha accolto con piacere l’occasione di realizzare una nuova tappa di questo Roadshow in un’azienda del territorio come la Ancorotti, punto di riferimento del settore cosmetico ed eccellenza manifatturiera a livello internazionale. La scelta del nostro territorio è motivo di orgoglio per tutti noi addetti ai lavori, sinonimo della vivacità e dell’intraprendenza del nostro tessuto imprenditoriale. In Associazione parliamo tanto di innovazione come motore dello sviluppo delle aziende: siamo convinti che Industria 4.0 sia innanzitutto un vantaggio per le aziende, ancor prima di essere l'occasione per chi desideri cogliere le opportunità legate al Piano nazionale Industria 4.0. La Banca in questo dovrebbe avere un duplice ruolo: supporto concreto alle imprese attive in investimenti a favore di Industria 4.0 ma anche, e soprattutto, strumento per semplificare il percorso dell’innovazione alle aziende che vedono Industria 4.0 come qualcosa di lontano dalla propria realtà aziendale e addirittura come un ostacolo da
superare".

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.