CREMONA - La Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane ha proclamato una nuova astensione degli avvocati penalisti, dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale, nei giorni 22, 23, 24 e 25 maggio 2017. Lo fa sapere la Camera penale di Cremona e Crema. 


La protesta continua a riguardare il disegno di legge governativo in materia di riforma del processo penale: nonostante la massiccia adesione alle precedenti astensioni, l’attenzione mostrata dai media e dall’opinione pubblica alle tematiche oggetto della protesta, e nonostante le molteplici adesioni del mondo dell’accademia e le convergenti critiche sollevate da diversi esponenti della politica nei confronti della riforma, il Governo non ha tuttora ritenuto di dare alcun segnale di attenzione, restando fermo nella intenzione di ricorrere anche davanti alla Camera dei deputati al voto di fiducia, impedendo che sul disegno di legge si sviluppi la necessaria discussione sulle molteplici questioni controverse.


La Giunta dell'Unione delle Camere Penali Italiane ritiene che il Governo debba essere nuovamente richiamato alla responsabilità politica del mantenimento della scelta di riproporre il voto di fiducia, che conferma il perdurare di un atteggiamento di inammissibile disprezzo nei confronti del dibattito parlamentare, unica garanzia di una approfondita e meditata valutazione di una riforma che contiene al suo interno interventi normativi che deprimono le garanzie del processo, violando i principi costituzionali della immediatezza e del contraddittorio, ma anche la presunzione di innocenza ed il diritto alla vita, nel disprezzo delle esigenze degli imputati, delle persone offese e dell'intera collettività. 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.