CREMA - Sarà ancora finale nel torneo Under 18 per il Volley 2.0, la quinta consecutiva, naturalmente con l’obiettivo di confermare il titolo territoriale conquistato nelle quattro precedenti stagioni. Le biancorosse hanno dominato la semifinale, giocata in gara unica al Palabertoni, contro Marudo, squadra giunta seconda nel girone A. La sfida è sempre stata nelle mani delle cremasche che hanno rallentato solo nel terzo set piazzando comunque la volata vincente. La squadra non è stata guidata dall’allenatrice Valentina Bonizzoni, che nel pomeriggio ha accusato un malessere, quindi in panchina è andato Matteo Moschetti che sin dall’inizio ha predicato calma alla squadra, consapevole della qualità del gruppo.

Il primo strappo nel punteggio arriva con Moretti in battuta, tre ace portano la gara sul 12-4. Marudo cerca di riavvicinarsi (13-8) ma viene respinta dagli attacchi di Vairani, quindi Edallo piazza il 18-8. Centenaro dai 9 metri procura il set ball che diventa 25-9 grazie all’errore avversario.

Marudo ci mette carattere e parte avanti (1-3) nel secondo set ma la Banca Cremasca riprende in fretta il controllo della sfida e due muri consecutivi di Frassi valgono il 16-9. Stavolta tocca a Coba portare il vantaggio in doppia cifra (19-9) mentre è l’altra centrale Diagne che chiude il set con un muro e un attacco vincente.

Nel terzo set coach Moschetti mischia le carte in campo e la squadra impiega un po’ di tempo prima di ritrovare la fluidità, le ospiti ne approfittano per restare in gara più a lungo e stare avanti fino al 16-17. Le biancorosse tornano in testa sul 20-18 col muro di Abati ma Marudo reagisce e riporta in vantaggio 21-22. Ma la gara di fatto termina qui perché due errori e il muro di Diagne chiudono il match sul 25-22.

Domenica 17 marzo al Palaradi di Cremona alle 12 si disputerà la finale contro Vizzolo che ha battuto 3-1 la Properzi di Ivan Nichetti nell’altra semifinale. Le premiazioni saranno organizzate prima e durante l’incontro di serie A1 tra Pomì Casalmaggiore e Club Italia.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.