CREMA - Nella mattinata di venerdì 19 aprile i carabinieri di Crema hanno effettuato due arresti in provincia di Cremona, in seguito a condanne definitive emesse dal giudice.

 

Il primo arresto a Rivolta d’Adda, dove è stato preso e portato in carcere a Lodi un pregiudicato di origine catanese, N.S. di 63 anni, colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Catania. L’uomo è stato condannato a 12 anni di reclusione per reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, finalizzata al traffico di armi e di sostanze stupefacenti. I reati sono stati commessi in provincia di Catania fino all’anno 2013.

 

Il secondo arresto è avvenuto a Soncino, dove i carabinieri hanno rintracciato una 37enne disoccupata di origine calabrese, colpita da ordine di esecuzione del Tribunale di Locri. La donna è stata condannata a 2 anni e 6 mesi di reclusione per furti aggravati commessi a Gioiosa Ionica (RC) nel 2011 e a Cremona nel 2017. Sconterà la pena agli arresti domiciliari.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.