CREMA - Continua il viaggio della Consulta dei Giovani di Crema volto ad esplorare in lungo e in largo il tema della legalità.  Lunedì 8 luglio alle ore 21, in Sala Alessandrini, si svolgerà il quarto incontro di 57Giorni Strade Di Legalità, dal titolo “Il fine giustifica i mezzi? I principi del diritto penale liberale e la lotta alla criminalità organizzata”. L’evento, accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Cremona, prevede l’erogazione di tre crediti. La partecipazione è libera.

Relatori saranno: Avv. Maria Luisa Crotti, Vice Presidente della Camera Penale distrettuale della Lombardia Orientale, Avv. Alessio Romanelli, Presidente della Camera Penale di Cremona e Crema, Avv. Micol Parati, Vice Presidente della Camera Penale di Cremona e Crema e responsabile del progetto UCPI/MIUR.

 

Le Camere Penali sono un'associazione di avvocati penalisti che si battono per la diffusione e la concreta realizzazione dei valori fondanti il nostro diritto penale (equo processo, pena finalizzata alla rieducazione del condannato, ecc). In occasione di tale evento, la riflessione verterà sui principi del diritto penale liberale e del giusto processo applicati alla lotta alla criminalità organizzata. In particolare, i relatori preciseranno il loro punto di vista su alcune tematiche, quali: l'art. 41 bis dell'ordinamento penitenziario, la legislazione di emergenza, le misure di prevenzione, la pena da scontare in carcere o con misure alternative. Esporranno il loro "manifesto del diritto penale liberale", che distribuiranno tra i presenti.

 

Un evento questo che si distingue dai precedenti per la scelta di prediligere un linguaggio più tecnico e, proprio per questo, approfondito. L’iniziativa, che ha destato l’interesse di un buon numero di addetti ai lavori, resta comunque aperta a tutti coloro vogliano conoscere più da vicino e con occhio esperto il diritto penale (GG)

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.