Crema - Una gioia immensa la vittoria degli amatori contro il San Colombano nella partita che si è tenuta sabato 17 dicembre alle 15.00 al San Luigi.

 I ragazzi di Goncalves si rialzano subito dal mezzo scivolone casalingo col Crema Nuova, che è valso la perdita del primato in classifica in campionato, e portano a casa il passaggio agli ottavi di Coppa contro la corazzata San Colombano seconda nel campionato di Eccellenza nel girone lodigiano.

Il solito bomber Spini sistema i conti nel primo tempo con un guizzo formidabile e comunque con una prestazione maiuscola. Ma è tutta l’equipe cremasca a girare perfettamente, difesa inespugnabile guidata da Marchetti, centrocampo corazzato coi panzer Pagliari e Paletta e qualità da vendere in fase offensiva grazie ai colpi e alle triangolazioni dei vari Spini, Deias, Mezini e Chimentin. Lo stesso mister riconosce che «questo Crema può arrivare lontano, tanto dipende tutto da questi ragazzi: sono capaci di tutto, potrebbero battere qualsiasi squadra, anche di categoria superiore, così come perdere con l’ultima della classe, dovremo lavorare sulla concentrazione».

 

La cronaca

Il Crema 1908 si presenta all’appuntamento di coppa schierato con un inedito 4-3-3 dove un rombo di centrocampo formato da Chimentin, Paletta e Pagliari supporta il tridente Deias, Spini, Mezini. Partita accesa fin da subito ma assolutamente corretta e civile sia negli interventi che nella dialettica mesa in campo. Il Crema 1908 riesce fin da subito a trovare gli spazi giusti per poter far male alla compagine lodigiana e, allo scadere del primo tempo, la coppia d’oro Mezini – Spini confeziona il vantaggio cremino. Il San Colombano, ferito inaspettatamente, si apre per trovare subito il pareggio ma il Crema non si fa intimorire e con un paio di ripartenze a razzo sfiora il raddoppio con Deias prima e Mezini poi. Il secondo tempo è un altro film con il San Colombano assoluto protagonista che riesce a imporre il suo gioco e che meriterebbe miglior fortuna ma la difesa cremina e i giocatori che subentrano con il piglio giusto riescono a ribattere colpo su colpo alle bordate lodigiane. Fischio finale con l’1 a 0 per il Crema e festa grossa di Natale per i ragazzi cremini.

 

Commento

Il difensore Fabio Cillo: «Finalmente abbiamo dimostrato, anche a noi stessi, di poter competere con squadre dei piani alti della categoria superiore. Se la vittoria contro il Monte Cremasco poteva essere un caso isolato, il passaggio del turno contro il San Colombano ci ha dato la consapevolezza della nostra forza. Chi è subentrato nel secondo tempo si è messo a disposizione della squadra sacrificandosi e mettendo in capo cuore e carattere esattamente come i titolari e avvalorando la tesi che per vincere bisogna essere un gruppo compatto. Ora dobbiamo continuare a lavorare con umiltà e determinazione, partita dopo partita, sapendo che non sarà facile il prossimo turno anche perché tutte le squadra arrivate agli ottavi sono davvero forti e quindi lo siamo anche noi»

 

 

 

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.