CREMA – Una formula impeccabile, che ancora una volta non ha deluso. «Crema in una notte», l'evento di marketing territoriale targato Asvicom e declinato per questo 2017 in «Arte edition», ha infiammato la città, con tanti eventi per le vie e le piazze del centro nelle giornate di venerdì 2 e sabato 3 giugno. Più di 15mila la presenze che hanno coperto tutti gli eventi, e grande festa fino a tardi nella serata di venerdì.

 

All'inaugurazione dell'evento il presidente di Asvicom Berlino Tazza ha sottolineato «l'importanza di un evento che ogni anno permette a Crema di attrarre migliaia di persone da tante città diverse. Una grande occasione per tutti i cremaschi, e in particolare per i nostri commercianti, che in questo modo ottengono un particolare sostegno. Una manifestazione che veramente permette a Crema di dare il meglio di sé». Anche il candidato sindaco Chicco Zucchi, ex segretario generale di Asvicom, è intervenuto durante l'inaugurazione, esprimendo tutto il proprio sostegno a questa iniziativa: «Questa è la Crema che vogliamo: una città vivace, libera e creativa dove i giovani hanno la possibilità di esprimersi e dove il tessuto commerciale può diventare attrattivo per migliaia di visitatori. Rilanciamo il turismo che in 5 anni e' diminuito del 40% e aiutiamo la rete delle attività che generano valore, danno posti di lavoro e hanno bisogno di poter contare finalmente sulla vicinanza delle istituzioni».

 

Tantissimi gli eventi all'interno della manifestazione. Grande successo per gli affolatissimi laboratori dei bambini in piazza Garibaldi, dove i più piccoli hanno potuto cimentarsi nella pittura, nella scultura, nei laboratori di danza e nella costruzione di strumenti musicali con materiali di riciclo. Altrettanto riuscito l'evento in via Civerchi «Vieni che ti faccio dipingere il mare», dove i bambini, sotto all'installazione di barche appese, hanno potuto colorare di blu e verde una lunga striscia di moquette stesa a terra. E poi il live painting in piazza Duomo, gli arazzi, il cineforum e le fotografie in Piazza Trento e Trieste, e molto altro ancora. Tanti gli artisti coinvolti nella manifestazione: Luca Bray, Francesca Baldrighi, Silvia Tappa e Giulia Ronchetti nell'iniziativa di via Civerchi, Stefano Ogliari Badessi, Gil Macchi e Roberto Marchesini in piazza Duomo.

 

E insieme all'arte, naturalmente, la festa: l'azzecatissimo street food in Piazza Istria e Dalmazia, affollato fino all'una di notte, e la grande serata in piazza Aldo Moro, con il dj set e la grande palla da discoteca che ha fatto rivivere il mitico Studio 54, il locale newyorchese frequentato negli anni Settanta e Ottanta da tanti personaggi famosi e da artisti come Andy Warhol. Molto bene anche le iniziative ai giardini di Porta Serio, con il contest rap e lo street food. Un esempio di come anche i giardini, se ben utilizzati e rivitalizzati, possono essere un luogo sicuro e attrattivo. Infine, nella giornata di sabato, prima della chiusura della manifestazione alle ore 18, la partecipatissima caccia al tesoro per la città.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.