CREMA – Un'enorme mostra a cielo aperto: installazioni, quadri, live painting performance, scultura, musica, teatro, danza, fotografia, cinema e laboratori per grandi e piccini. Tutto questo accadrà per le vie e nelle piazze di Crema sabato 6 maggio dalle 14 alle 2 di notte, e domenica 7 dalle 10 alle 24. Il nuovo appuntamento del grande evento di markenting territoriale targato Asvicom, che torna ormai puntuale da quattro anni, sarà infatti quest'anno intitolato «Crema in una notte - Art edition». Scopo della manifestazione, presentata in conferenza stampa presso la sede di Asvicom dal vicepresidente dell'associazione Fabiano Gerevini e dal consigliere comunale Sebastiano Guerini in rappresentanza del Comune di Crema, è quello di cambiare il volto della città per due giorni e impreziosirla al punto da rimanere impressa nel cuore degli ospiti che verranno a visitarla.

 

«Si tratta di un format ormai consolidato», ha spiegato Gerevini. «Negli anni scorsi è stato in grado di attrarre in città oltre 30mila visitatori. Un evento in grado di raccogliere e mettere in mostra le eccellenze del territorio. Asvicom ha sempre avuto cura di coinvolgere tutti i settori e gli ambiti del territorio avendo sempre cura di dare maggiore opportunità di business e visibilità ai commercianti e titolari di bar, ristoranti, locali del centro storico». Sebastiano Guerini ha poi sottolineato che «il Comune di Crema augura ad Asvicom il successo pieno di questa iniziativa, che sarebbe poi un successo per tutta la città. Manifestazioni così importanti sono un vanto per Crema».

 

Gerevini ha poi ricordato che «si è scelto l'arte perché Crema è una città d'arte, non solo per i tanti monumenti e perché vi sono nati e cresciuti tantissimi talenti noti a livello nazionale, ma anche perché qui ha sede il Liceo Artistico Munari che forma numerosi pittori, scultori, scenografi, registi e fotografi». E i tanti talenti della nostra città riempiranno Crema con il loro talento. Tanti i luoghi coinvolti: non solo Piazza Duomo, Piazza Garibaldi, via Mazzini e via XX Settembre, ma anche via Civerchi, dove Francesca Baldrighi, presente alla conferenza stampa, realizzerà un progetto con barche volanti, dove tutti saranno coinvolti nel dare il proprio contributo all'opera; via Forte, con una progetto dedicato alla pittura, anche questo aperto al contributo di tutti; piazza Trento e Trieste e il Mercato Austroungarico, con mostre di fotografia, cineforum, spettacoli di street art e street dance; i palazzi Terni, Pizzoccaro e Donati, che nel pomeriggio di sabato saranno aperti per visite straordinarie; e infine l'intera città coinvolta nella grande «Fox Hunting – caccia alla volpe», l'artistica caccia al tesoro ideata dall'artista Maurizio De Rosa.

 

Altra importante iniziativa che rientra nell'evento, e che coinvolge i commercianti del centro, è «Adotta un artista», con opere d'arte accolte nelle vetrine del centro. La città diventa così una grande galleria, in cui l'arte diventa veramente dominio di tutti, e non privilegio di pochi. Perché, come ha ricordato Gerevini in conclusione di conferenza stampa citando la celebre frase del critico Anton Ego del film Disney Ratatouille, «non tutti possono diventare grandi artisti, ma un grande artista può celarsi in chiunque».

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.