Una partita che lascia, ancora una volta, molto amaro in bocca quella giocata dal Crema Rugby Club  all’impianto “Rugby Arena“ del Valchiampo Vicenza ; una sconfitta per 28 -14 maturata alla fine di una partita che ha visto i cremaschi capaci di tutto nel bene e nel male. Nel male quando dopo avere schiacciato i veneti nei loro 22 metri  per i primi 20 minuti della partita due evidenti errori della retroguardia cremasca  hanno di fatto regalato le due mete del 14-0 che hanno caratterizzato il primo tempo. Nel bene quando sono riusciti nel secondo tempo a rimettere in piedi una partita oramai persa sfiorando più volte la meta per rientrare a distanza di break che le avrebbe permesso di tornare  a casa con almeno un punto.

Le due mete venete sono arrivate quindi  nei primi due affondi dei bianco rossi la prima   grazie ad un calcio di rimessa  mal gestito alla mezzora e la seconda allo scadere grazie ad un assolo del centro veneto che partito dai propi 22 palla in mano evita tutta la retroguardia cremasca fino a schiacciare la stessa in meta 
 I cremaschi sono stati bravi a non tracollare ma per i troppi errori anche oggi commessi non sono riusciti a concretizzare le loro azioni in punti. Al 12’  della ripresa con il risultato fissato sul 21-0 difficilmente qualcuno avrebbe scommesso sul fatto che i cremaschi avrebbero potuto impensierire i locali nella seconda frazione di gioco. I ragazzi in maglia nero verde  invece hanno dimostrato di crederci giocando con maggior convinzione ed intensità, ed al minuto 20’ del secondo tempo è stato Paolo Crotti a segnare da ala chiusa finalizzando un’azione partita da touche,  il piede di Manclossi accorciava ancora le distanze  portando il risultato sul 21- 7. È stato il momento migliore dei cremaschi, concreti in attacco, splendidi in difesa, i cremaschi sono stati capaci di chiudere gli avversari nella loro metà campo attaccando a spron battuto per l’intero ultimo quarto di partita. Probabilmente è mancata la lucidità per riavvicinarsi ai padroni di casa capaci di sfruttare ogni occasione avuta segnando anche la quarta meta bonus, i ragazzi di Mr Ravazzolo hanno invece continuato a cercare la meta fallita solo per piccolissimi errori e per la bravura della retroguardia del Vicenza, riuscendo finalmente a concretizzare la mole di gioco espressa con Carrera che al minuto 35 realizzava una meta di pregevole fattura trasformata ancora da Manclossi portando il punteggio sul 28 -14.

Gli ultimi cinque minuti hanno visto ancora i cremaschi alla ricerca della meta bonus ma purtroppo nell’ultima azione di gioco i cremaschi, il cui pack di mischia ha confermato le sue splendide caratteristiche lungo tutto l’arco dell’incontro, hanno perso una mischia ordinata perdendo così la opportunità avuta e non riuscendo a realizzare la meta. 

Domenica prossima il campionato di Serie C è fermo per la concomitanza con il 6 Nazioni; il 3 marzo i cremaschi saranno impegnati a Desenzano in una partita da vincere assolutamente per continuare a coltivare le speranze di salvezza.

Risultati della 2° giornata

Villadose - Fiumicello 19 -15

Vicenza - Crema       28 - 14

Verona - Desenzano 22 - 15

Classifica:

Vicenza 9  Villadose 8 Fiumicello 6 Verona 4 Desenzano 2 Crema 1

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.