CREMA - Dopo la vittoria nel primo turno di Coppa Italia, il Crema esordisce bene anche in campionato, portando a casa i primi tre punti con una partita ben giocata e dominata al Voltini contro il Ciliverghe. Unico neo della serata, le occasioni mancate: il Crema vince di misura per 1 a 0 una partita che avrebbe potuto concludere in maniera più sicura, risparmiandosi gli inevitabili brividi a fine partita. Ma quel che conta è il risultato finale, e la vittoria maturata grazie a un ottimo gioco e alla rete messa a segno da capitan Pagano al 41’ del primo tempo.

 

PRIMO TEMPO

Il Crema inizia la prima frazione di gioco subito all’arrembaggio: arriva già al 2’ infatti una occasione d’oro per i nerobianchi, con Pignat che si trova solo davanti al portiere avversario, ma il suo tiro troppo centrale viene intercettato da Valtorta. Al 14’ è ancora il Crema a spingere, con il tiro di Fall da fuori area che finisce vicino all’incrocio. Al 16’ imperiosa incursione di Pagano che appoggia per Palla, ma la conclusione a rete viene ancora una volta neutralizzata da Valtorta. Al 18’ si accende il Ciliverghe: prima una punizione di Mozzanica finisce vicino al palo, e al minuto successivo è il numero 9 De Angelis a calciare fuori di poco. Poi ancora Crema: al 26’ una grande giocata di Kouadio che resiste ai falli, entra in area e il suo tiro-cross esce di poco; al 32’ Fall va in rete, ma per l’assistente dell’arbitro è fuorigioco; il gol, ormai nell’aria, arriva al 41’, con un grande cross al centro di Kouadio su cui Valtorta tentenna, e ne approfitta Pagano che la mette dentro, e permette così ai nerobianchi di andare negli spogliatoi in vantaggio.

 

SECONDO TEMPO

Anche il secondo tempo è di marca nerobianca fin dai primi minuti. Al 3’ una punizione in area arriva sui piedi di Pagano che però non riesce a girare in gol. Al 13’ occasionissima per il Crema, con Fall che solo davanti al portiere spara centrale e si fa parare un tiro destinato in rete. Stessa situazione a parti invertite al 26’: il nuovo entrato del Ciliverghe Berta si trova solo davanti a Zanellato, ma il portiere del Crema si distende e chiude gli spazi, salvando il risultato. Al 32’ ci provano ancora gli ospiti con Mozzanica, la cui punizione deviata dalla barriera esce di pochissimo. Ancora Ciliverghe al 33’, con un colpo di testa sempre di Berta che finisce fuori di poco. Nei minuti di recupero poi, al 46’, Pagano si trova anch’egli solo davanti a Valtorta, ma incredibilmente all’ultimo si allunga troppo il pallone che finisce tra le mani dell’estremo difensore avversario. È l’ultimo brivido di una partita che il Crema avrebbe potuto certamente vincere con un margine maggiore, ma che comunque porta ai nerobianchi tre punti meritatissimi.

 

Il mister Tacchinardi parla di «una partita positiva, che avevo affrontato con molta preoccupazione, vista l’ottima prestazione che il Ciliverghe aveva avuto con il Breno, segnando 6 reti e creando più di venti occasioni da gol. Quindi sono contento per il fatto che la squadra abbia dimostrato ancora una volta, come già con il Fiorenzuola, di essere tosta e di potersela giocare con tutti. Bisogna ancora crescere e completare la preparazione fisica, perché negli ultimi minuti abbiamo sofferto troppo. E naturalmente dobbiamo sfruttare meglio le occasioni e chiudere le partite prima. Però sono contento di come la squadre si è spesa, con entusiasmo e grinta».

 

TABELLINO

Crema - Ciliverghe 1-0

Reti: 41’ Pagano

 

AC CREMA: Zanellato, Palla (44’ st Campisi), Giosu, De Angeli, Grea, Porcari (33’ st Gomez), Pagano (48’ st Ferrari), Kouadio, Fall (44’ st Baggi), Pignat, Fusi. All. Tacchinardi. A disp.: Trapani, Stringa, Corna, Ruscitto, Missaglia.

 

CILIVERGHE: Valtorta, Sanni, Menni, Mozzanica, Avesani (16’ st Licini), Minelli, Comotti (38’ st Vignali), Miglio (10’ st Aait Bakrim), De Angelis, Franzoni, Confalonieri (16’ st Berta). All.: D’Innocenzi. A disp.: Magoni, Manu-Aning, Garofalo, Scalvini, Coulibaly.

 

Arbitro: G. Sassano (Padova). Assistenti: A. Callovi (San Donà di Piave) e P. Fiorese (Bassano del Grappa).

Ammoniti: Avesani, Mozzanica, Porcari, Berta, Fusi.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.