CREMONA - Un festival nel festival: questa la novità della sesta edizione di Stradivarifestival, che vede protagonista Sergej Krylov, mattatore della due giorni in programma giovedì 11 e venerdì 12 ottobre all’Auditorium Giovanni Arvedi. In occasione del Krylov Violin Project, il grande virtuoso, simbolo di Cremona nel mondo, si esibisce giovedì 11 ottobre (ore 21) come camerista con un ensemble di amici ribattezzato Krylov&Friends, proponendo la Sinfonia n. 15 di Shostakovich nell’originale trascrizione di Derevianko per orchestra da camera e il Concerto per violino, quartetto d’archi e pianoforte di Ernest Chausson. Venerdì 12 (ore 21) il Maestro russo ricopre invece il doppio ruolo di solista e direttore insieme alla Lithuanian Chamber Orchestra, eseguendo brani di Grieg, Mendelssohn-Bartholdy e Bernstein. Due concerti imperdibili, anche per la straordinaria originalità e la difficoltà dei programmi proposti.

Per il gran finale, domenica 14 ottobre (ore 21), Stradivarifestival ha in serbo un eccezionale appuntamento con Vladimir Spivakov e I Virtuosi di Mosca. Era il 1979 quando Spivakov si unì ad un gruppo di amici e colleghi artisti, tra cui laureati in musica provenienti da tutto il mondo, per dare vita a I Virtuosi di Mosca: un ensemble che in quasi trent’anni di attività si è affermato tra le migliori orchestre da camera del mondo. Spivakov si presenta sul palco dell’Auditorium Giovanni Arvedi con il violino Antonio Stradivari “Hrimali-Press” 1712 e, nella doppia veste di solista e direttore, propone un programma che va da Vivaldi a Boccherini, da Haydn a Shostakovic.

Stradivarifestival è promosso da Museo del Violino e Unomedia, con il patrocinio del Comune di Cremona e il sostegno di Fondazione Arvedi Buschini, MDV friends, della Fondazione di beneficenza “Arte, Scienza e Sport” di Alisher Usmanov, Adecco, Air Liquide, Enel, Steel Mont e Willis Tower Watson.
 
Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul festival sono disponibili sul sito www.stradivarifestival.it.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.