CREMONA - Cremona rientra nel network delle "smart station", stazioni di nuova generazione che funzioneranno come hub per la mobilità integrata, operazione annunciata con il piano industriale 2017-2026 dall’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Renato Mazzoncini. La notizia, secondo quanto riferisce una nota diffusa dal Comune di Cremona, è stata data al sindaco Gianluca Galimberti e all’assessore con delega alla Mobilità Alessia Manfredini dallo stesso ad durante un incontro tenutosi martedì 14 novembre a Roma, alla sede delle Ferrovie, alla presenza anche del Comune di Mantova.

Un’importante prospettiva, prosegue ancora la nota, che rientra perfettamente in un piano più generale che l’amministrazione pone sul tavolo, con azioni fatte e azioni in prospettiva, in merito alla stazione e che riguarda in particolare lo sviluppo dell’intermodalità (auto, bici, pedoni, bus) e il decoro dell’intero complesso.

Sempre in questa direzione vanno i lavori in programma per il 2018 da parte di Rfi di abbattimento delle barriere architettoniche alla stazione, confermati recentemente durante un sopralluogo a Cremona effettuato dagli assessori Alessia Manfredini e Rosita Viola, dalla presidente del Consiglio Simona Pasquali e dal direttore di Rfi Spa Vincenzo Macello.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.