CREMA - L’Associazione Cremasca Cure Palliative “Alfio Privitera” Onlus, in collaborazione con il Comune di Crema, organizza venerdì 16 marzo 2018 alle ore 20.30 presso la Sala Pietro da Cemmo (Centro Culturale Sant’Agostino) una serata di informazione per la cittadinanza sul testamento biologico per approfondire i dettami della Legge N° 219 del 22 dicembre 2017 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”.

Con l’entrata in vigore della legge sarà possibile esprimere le proprie volontà sul fine vita. Attraverso le DAT, le disposizioni anticipate di trattamento, il cittadino potrà decidere a quali scelte terapeutiche dare o meno il consenso. La serata vuole spiegare che cosa prevede la legge e come attivare le DAT. L’iniziativa vede la collaborazione dell’Ordine dei Notai di Cremona e Crema.

La serata, aperta alla cittadinanza, vedrà la partecipazione Luciano Orsi, già responsabile della Rete di Cure Palliative di Crema e Mantova e, attualmente, vice presidente della Società Italiana Cure Palliative, di Anna Maria Marzi, dirigente dell'Hospice Madonna dell'Uliveto-Albinea di Reggio Emilia, e del notaio Francesco Scali. Modererà l’incontro l’Avvocato Ermete Aiello, Presidente dell’Associazione Cremasca Cure Palliative “Alfio Privitera” Onlus.

L’assessore al Welfare, Michele Gennuso, così commenta: “Il convegno sul biotestamento rappresenta un momento di riflessione importante da offrire ai cittadini su un tema che interessa tutti, a cui bisogna provare a dare delle risposte per garantire la dignità di ogni persona anche nelle fasi terminali della vita. Grazie quindi ai promotori di questa iniziativa”.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.