CREMA - Una targa per le cinque le attività cremasche che lo scorso 8 aprile, a Palazzo Lombardia, hanno ricevuto il riconoscimento di Storica Attività dalle mani dell’assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli. Sistema Impresa- Asvicom Cremona, che ne ha seguito l’iter di candidatura e in quell’occasione li ha accompagnati organizzando per loro il transfert, ha voluto anche sancire questa collaborazione offrendo alle cinque attività la targa, che è stata consegnata dal presidente Berlino Tazza presso la sede di Asvicom in via Olivetti a Crema.

 

«La consegna della targhe è ormai una prassi», racconta lo stesso Tazza. «Un modo per essere riconosciuti e riconoscibili, un simbolo che identifica la loro professionalità e la loro lunga storia, 50 anni. In qualche caso anche di più. Negli ultimi due anni Sistema Impresa- Asvicom Cremona ha seguito le pratiche di candidatura di 29 esercizi nel territorio cremasco. Un buon risultato che potrebbe crescere ancora più visto che sono cambiati i criteri di candidatura in Regione Lombardia». Queste le cinque attività premiate: la Merceria Subioli di Crema (1949), il Bar Osteria Torre (1963) di Montodine, La Magica (1968) e il Panificio Guerini Rocco (1933) di Offanengo e il Bar 900 (1954) di Ripalta Cremasca.

 

«Nelle città come Crema e a maggior ragione nei paesi dove hanno sede le vostre attività la gente ha bisogno di voi», ha detto ancora Tazza. «Le botteghe, i negozi di vicinato sono dei presidi sociali fondamentali. I clienti vengono da voi perché c’è un rapporto di fiducia che vi lega non solo nei confronti del prodotto che offrite loro ma anche perché siete un punto di riferimento e un luogo di ritrovo. Grazie alle vostre preziose attività mantenete vivi i quartieri e i paesi e, in molti casi, contribuite ad evitate la desertificazione e la dequalificazione dei centri storici. Quello di Storiche attività è un riconoscimento di pregio a concreta dimostrazione che tenacia, sacrificio e professionalità sono garanzia di ottimi risultati. Complimenti ancora!»

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.