MILANO - È stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore regionale alle Politiche per la Famiglia la delibera di due milioni di euro per l'acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati per minori, giovani e adulti disabili o con disturbi di apprendimento. Si tratta di un rifinanziamento, che si aggiunge ai 2.600.000 stanziati nel 2018, sia per dare continuità a una misura regionale a favore delle persone in difficoltà sia per ampliarne i destinatari, in quanto saranno coperte anche le spese di chi ha acquistato questi ausili prima dell'uscita del bando.

"Il rifinanziamento della misura - ha spiegato l'assessore - anche se non era dovuto in quanto non rientra nei Lea, livelli essenziali di assistenza, vuole essere un segnale importante di attenzione alle persone più fragili verso le quali Regione Lombardia si pone come punto di riferimento efficace ed affidabile".

Il finanziamento copre costi compresi fra 300 e 16.000 euro in diverse aree:

- 'domotica', tecnologie che rendono più fruibile e sicuro l'ambiente e riducono il carico assistenziale;

- 'mobilità', per adattare l'autoveicolo;

- 'informatica', per l'acquisto di personal computer o tablet, se collegati ad applicativi utili a compensare la disabilità o la difficoltà specifica di apprendimento.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.