CREMONA - Sfonda la vetrina del bar con una pietra. Fugge con il registratore di cassa ma viene denunciato dalla polizia. E’ stato anche grazie al cane, lasciato dal fuggitivo sul luogo della razzia, che gli agenti della squadra volante sono riusciti ad identificare e denunciare a piede libero per furto aggravato un uomo di 45 anni. 


Secondo quanto riferito in questura dal commissario capo Pietro Nen, nuovo dirigente della squadra volante, il colpo è avvenuto la notte di giovedì 11 gennaio ai danni del bar Festival di via Mantova. Un cittadino ha segnalato l’accaduto alle forze di polizia. Nel giro di pochissimo è intervenuta una pattuglia della volante con l’ispettore Andrea Pagani e il sovrintendente capo Matteo Minelli. 


Il ladro era già fuggito con il registratore di cassa (vuoto). Ma grazie ai filmati delle telecamere e all’intuizione di verificare il microchip del cane trovato nei pressi del bar, gli agenti sono risaliti al 45enne che, convocato in questura, avrebbe confessato il reato. 


Al di là dell’ammissione, grazie alle indagini e componendo i tasselli raccolti nel quadro investigativo, i poliziotti sono poi riusciti a trovare altri riscontri e a denunciare l’uomo a piede libero. Il registratore di cassa è stato poi recuperato. 


L’intervento della polizia rientra in un dispositivo più ampio di controllo del territorio, che tra mercoledì e giovedì ha visto le pattuglie della volante agire in modo coordinato con il supporto del reparto di prevenzione crimine di Reggio Emilia: il bilancio è di 195 persone sottoposte a verifica (di cui 62 stranieri) e 65 automobili fermate. Il questore Gaetano Bonaccordo ha sottolineato l’importanza della prevenzione e lo sforzo costante della polizia nel combattere i reati contro il patrimonio. 


La presentazione dell’attività operativa è stata anche l’occasione di presentare il nuovo dirigente della volante, il commissario capo Pietro Nen. L’ufficiale è al primo incarico. Ha 29 anni, si è laureato in Giurisprudenza a Bologna e ha frequentato la suola superiore di polizia (106° corso commissari). «Sono contento di lavorare in questa città bellissima sia dal punto di vista professionale che della vivibilità- ha dichiarato Nen - Sono stato assegnato ad un ufficio importantissimo, al quale spero di dare il mio contributo nel migliore dei modi» 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.