MILANO – Prima uscita pubblica per il candidato governatore del centrodestra Attilio Fontana a Palazzo delle Stelline. Al suo fianco tutti gli alleati: Mariastella Gelmini, coordinatrice lombarda di Forza Italia, Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda, Paola Frassinetti (Fratelli d’Italia), Alessandro Colucci (Noi con l’Italia), Alberto Cavalli (Energie per l’Italia), Elisabetta Fatuzzo (Pensionati), Gianfranco Rotondi (Rivoluzione Cristiana) e Benedetto Tusa (Movimento Nazionale Sovranità). 

«Subito al lavoro» ha dichiarato l’esponente leghista citando quello che sarà lo slogan della sua campagna elettorale. E ancora: «Voglio una Lombardia più forte della Germania e più efficiente della Svizzera». 

Lo slogan sarà appunto «Al lavoro!» con il sottotitolo «Più Lombardia». Pronti anche i manifesti elettorali: blu, verde e bianco i colori scelti dall’ex sindaco di Varese». «L’autonomia non è uno slogan ma è qualcosa che, una volta applicata, cambierà la vita ai cittadini e la capacità decisionale della Regione» ha detto Fontana ringraziando Maroni per l’operato svolto. Ed è stato proprio il governatore a dichiarare: «Abbiamo ancora delle partite da chiudere in Regione, la piu' importante delle quali e' l'autonomia: penso davvero di riuscire a chiudere l'accordo con il Governo prima della fine di gennaio e sarebbe un fatto epocale, per lasciare poi al mio successore una Lombardia 'Speciale'. Questo sara' il mio impegno da qui in avanti".

Fontana ha sottolineato: «Vorrei un’autonomia declinata anche per i sindaci, credo nella forza e nel valore degli enti locali, fondamentali perascoltare il territorio. Autonomia significa più spazio anche per gli enti locali. Il mio sogno è quello di una Lombardia bella e creativa, come sa essere, più forte della Germania e più efficiente della Svizzera».

Fontana ha strappato il via libera di Silvio Berlsuconi dopo l'esito favorevole dei sondaggi che, stando alle indiscrezioni di Affari Italiani, lo darebbero in vantaggio di 12 punti percentuali sul candidato del centrosinistra Giorgio Gori. Ora l'ex sindaco di varese è atteso da una campagna elettorale breve, vista la vicinanza delle elezioni, ma decisamente intensa. 

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.