MILANO - “Entro l’anno sarà conclusa la gara d’appalto per la realizzazione del nuovo ponte di Spino d’Adda e avviati i conseguenti lavori per maggio 2017. Una tempistica chiara e definita, che porterà alla conclusione dell’opera a dicembre 2018 con un suo collaudo entro giugno 2019. In questo modo – e grazie alle risorse reperite da Regione Lombardia (16,5 milioni di euro) – si concluderà l’ultimo lotto della Paullese a carico della provincia di Cremona. Resta ancora aperta la criticità relativa alle risorse per il tratto milanese mancante dell’opera, quello che da Zelo Buon Persico porta a Spino d’Adda. Servono 14,9 milioni di euro su un costo complessivo di 23,5 milioni. È indispensabile, ora, che il governo nazionale faccia la sua parte. Per questo ci muoveremo compatti chiedendo un impegno preciso a Renzi”.

Lo ha detto Carlo Malvezzi, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, a conclusione dei lavori del Tavolo di Coordinamento della Paullese in Regione Lombardia, a cui hanno partecipato i presidenti delle Province di Cremona e Lodi, i sindaci di Spino d’Adda, Zelo Buon Persico e Pantigliate e il rappresentante della Città Metropolitana di Milano.

“Voglio evidenziare – ha sottolineato ancora Malvezzi – innanzitutto il grande lavoro dei tecnici della provincia di Cremona nella definizione del progetto del ponte sull’Adda e dei tempi certi per la sua realizzazione. E poi il grande sforzo economico di Regione Lombardia sull’intera opera. Complessivamente parliamo di un costo di 287,5 milioni di euro, di cui 124,7 milioni per il tratto cremonese e 162,8 per quello milanese. Le risorse stanziate da Regione Lombardia sono state pari a 253,7 milioni di euro, suddivise in 117,5 per il tratto cremonese e 136,3 per quello milanese. Abbiamo ampiamente fatto la nostra parte per vedere realizzata un’opera che avrà un impatto sulla viabilità regionale ed extraregionale. È chiaro che a questo punto anche il governo nazionale deve fare la sua. Procederemo con una richiesta formale nelle sedi opportune. Serve un ultimo sforzo per vedere completata un'infrastruttura utile all'intero paese”.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.