CREMA - I ragazzi del triennio del Liceo economico sociale dell’IIS MUNARI hanno avuto il piacere e l’onore di incontrare due protagonisti dell’economia del nostro territorio: il dott. Francesco Buzzella, Presidente dell’associazione industriali di Cremona, ed il dott. Berlino Tazza, Presidente di Sistema Impresa – Asvicom Cremona . Tema in oggetto: “Prospettive, opportunità e rischi per l’economia del nostro territorio”.

Il dottor Tazza ha invitato i ragazzi a guidare il proprio cambiamento in una dimensione fortemente dinamica, con l’obiettivo di mettere a punto una propria visione del futuro: strutturare progetti portanti, cercare visibilità, individuare competenze sul territorio, definire un percorso e confrontarsi con le opinioni dei leader di settore sono le principali tappe di tale mission.

Attraverso la SWOT analisis risulta possibile individuare un’ipotesi di strategia, che da un lato non trascura le criticità e dall’altro fa leva sulle potenzialità in essere. LIFELONG LEARNING , flessibilità dinnanzi alle trasformazioni del contesto , viaggiare e conoscere sono state le parole che il dottor Tazza ha consegnato come invito e come monito ai ragazzi. La scuola? Una grande risorsa individuale e patrimonio delle democrazie, con l’invito a guardare con orgoglio all’impronta umanistica del percorso formativo italiano, che trova ancora nel pensiero e nel ragionamento le fondamenta del nostro futuro.

Il dottor Francesco Buzzella, che da tempo aveva creduto nelle potenzialità di un liceo ad impronta economica, ha delineato le caratteristiche fondamentali del territorio cremonese, mettendo in luce le eccellenze del sistema economico locale. Ecco allora che i numeri raccontano i punti di forza del sistema agroalimentare, del settore meccanico e siderurgico, della filiera del latte e casearia in generale, per arrivare a quella del dolce e della carne, ed ancora al più tradizionale mondo della liuteria fino al più recente polo della cosmesi.

Valore e risorsa su cui costruire un progetto economico per il futuro è proprio la multisettorialità del territorio cremonese, a cui si aggiunge il supporto che ricerca e innovazione sanno dare per sostenere la produzione locale. Il contributo Ambrosetti all’analisi della situazione se da un lato ha evidenziato il problema delle ridotte infrastrutture, dall’altro ha contribuito ad indicare le prospettive del cambi amento. Attraverso il progetto MASTERPLAN 3C, l’Associazione industriali della Provincia di Cremona si prefigge di rilanciare il territorio di Crema, Cremona e Casalmaggiore in modo strategico e condiviso, al fine di potenziarne crescita, competitività e coinvolgimento attraverso la creatività, il cambiamento e la comunicazione. Il dottor Buzzella ha invitato i ragazzi del liceo economico sociale e del MUNARI in generale a partecipare a questo progetto di ampio respiro attraverso la compilazione di un questionario che raccoglierà i pareri dei giovani su tale strategia di rilancio del nostro territorio per scrivere insieme il futuro, perchè “un grande futuro parte da grandi idee: crescita, cuore, creatività, coraggio, concretezza”.

Due testimonianze di vita personale e professionale di alto tenore per gli studenti del liceo economico sociale. Al dottor Buzzella ed al dottor Tazza vanno i ringraziamenti di tutto l’IIS Munari per la cortesia, la disponibilità ed il sapiente contributo che hanno saputo donare agli uomini ed alle donne del futuro.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.