CASALMAGGIORE - Il burattino di Collodi protagonista al Museo del Bijou con una mostra che crea inattese connessioni fra Casalmaggiore e la Fondazione Nazionale dedicata allo scrittore toscano. La mostra intitolata «I gioielli di Pinocchio. Dai bijoux del Museo alle “fiabesche giocosità” di Beppe Pasciutti» sarà inaugurata sabato 17 marzo alle 16 nel centro casalasco. L'esposizione in sala Zaffanella durerà fino al 15 aprile, e vede il patrocinio della Fondazione Nazionale Carlo Collodi. Esposti al pubblico opere di Francesco Vitale, Ceramicarte e Ornella Schiroli, in collaborazione con la Biblioteca Civica Mortara di Casalmaggiore. 

Saranno messi in mostra piccoli e bellissimi bijoux dalle collezioni del museo, databili entro gli anni Trenta del '900, mai esposti al pubblico. La cura dei particolari e l'iconografia pre-Disney dimostrano l'attenzione delle industrie bigiottiere di Casalmaggiore per le mode e le tendenze del momento, le strategie di marketing per accaparrare clienti e commesse, nella convinzione che Pinocchio sarebbe stato un successo. 

Unico in Italia, il Museo del Bijou di Casalmaggiore è stato fondato nel 1986 a Casalmaggiore, storico e importante distretto di bigiotteria sorto nel XIX secolo. Ospita oltre 20 mila pezzi di bigiotteria, dalla fine dell’Ottocento alle soglie del nuovo Millennio. 
 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.