CREMA - Il peggior Crema dall’inizio del campionato cede di schianto in casa contro il Sasso Marconi, subendo un pesantissimo 3 a 0 dagli emiliani. Un Crema irriconoscibile, soprattutto nel secondo tempo, sempre in difficoltà sul pressing del Sasso Marconi, poco incisivo davanti alla porta e in generale con un atteggiamento troppo remissivo e poco grintoso: questi gli ingredienti che hanno portato alla sconfitta.

 

Il presidente Enrico Zucchi al termine della partita commenta senza mezzi termini: «Complimenti alla squadra avversaria che è venuta qui senza paura e ha vinto meritatamente. I dati oggettivi sono che abbiamo un primato di cui non vantarsi: la squadra che ha subito più gol. Un dato sconcertante rispetto all’obiettivo che ci siamo dati a inizio stagione. Oggi poi è stato particolarmente deludente l’atteggiamento dei singoli, in qualche caso al limite dell’indolenza, soprattutto da parte di coloro che dovrebbero essere un punto di riferimento della squadra. I singoli giocatori si devono prendere le proprie responsabilità: se sono qui per vincere, bene; se invece vogliono solo svernare, non va bene. Oggi è mancato tutto. Detto questo, nessuno vuole mollare. È però opportuno intervenire subito da questa settimana e mettere in chiaro che ciascuno deve essere qui per fare ciò per cui è stato ingaggiato».

 

PRIMO TEMPO

Sasso Marconi pericoloso già dal primo minuto, e Marenco chiamato a un miracolo su un colpo di testa molto ravvicinato. Il ritmo di gioco è lento, e la prima occasione del Crema arriva al 19’, con Radrezza che mette fuori di poco un bel tiro indirizzato verso il sette. Ma è la squadra emiliana a passare in vantaggio al 25’: Mele sulla fascia destra supera Giosu e il suo cross al centro viene intercettato e messo in gol da Della Rocca. Al 27’ il Crema si mangia un gol già fatto: sulla punizione di Magrin il portiere respinge corto e Tagliabue, solo davanti alla porta, arriva male e spara alto. Al 34’ è Magrin a farsi pericolo, mettendo fuori di pochissimo un bel tiro al volo. Sul finale di primo tempo due colpi di testa pericolosi del Crema: Cazé al 43’ e Scietti al 46’. Ma la palla non entra, e i nerobianchi vanno negli spogliatoi in svantaggio.

 

SECONDO TEMPO

In apertura di secondo tempo, al 4’, i nerobianchi non sfruttano l’ennesima occasione, con Ferrari che non aggancia un bel cross di Radrezza. Poi è quasi solo Sasso Marconi. Al 6’ Barranca si trova solo in area, ma controlla male il pallone e lo perde. All’8’ gli emiliani colpiscono il palo, e sulla ribattuta Della Rocca mette fuori di poco. Il gol è nell’aria e arriva al 17’, con D’Antini che si trova tutto solo davanti a Marenco e lo batte con un gran tiro. Al 23’ rialza la testa il Crema: il tiro di Radrezza viene parato da Monari. Al 27’ c’è poi l’illusione del gol per il Crema, ma quando Porcino realizza l’azione era già stata fermata per posizione di fuori gioco. La speranza di un ultimo assalto del Crema vanifica al 34’, quando l’arbitro estrae un cartellino rosso francamente eccessivo per un gesto di protesta da parte di Radrezza. Il Crema in confusione subisce il terzo gol al 35’, con un pallone perso in difesa e messo dentro da Sanzo.

 

TABELLINO

 

Ac Crema - Sasso Marconi 0-3

Reti: 25’ Della Rocca, 17’ st D’Antini, 35’ st Sanzo

 

AC CREMA: Marenco, Tagliabue (12’ st Ogliari), Giosu, Radrezza, Scietti, Cazé, Pagano, Magrin (18’ st Vaglio), Ferrari (18’ st D’Appolonia), Porcino, Incatasciato. All.: M. Bressan. A disp.: Prudente, Stankevicius, Gomez, Cesari, Tomas, Marrazzo.

 

SASSO MARCONI: Monari, Mele (29’ st De Lucca), Rrapaj, Giacomoni, Alessi, Satalino (1’ st D’Antini), Tonelli (37’ st Cosner), Sanzo, Della Rocca, Spezzani (22’ st Benucci), Barranca (21’ st Girotti). All.: E. Cevenini. A disp.: Ferrone, Blandamura, Garni, Dall’Ara.

 

Arbitro: Enrico Gigliotti (Cosenza). Assistenti: Nicola Santi e Filippo Pio Castagna (Verona).

Ammoniti: Giacomoni, Mele. Espulso Radrezza per proteste.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.