CREMA – Un vero e proprio inno allo sport. Ecco in sintesi che cos'è la grande sfida che vedrà confrontarsi il prossimo 12 ottobre al Voltini i Campioni dello Sport, vale a dire le glorie legate al mondo del calcio e dello sport anche locale, e la nazionale cantanti. L'evento benefico, che si pone al culmine delle iniziative di Crema città europea della sport, è stato presentato ufficialmente giovedì 29 settembre in Comune a Crema.

 

Tanti i campioni che vi hanno messo la faccia per promuovere questa bellissima iniziativa. Primo fra tutti Emiliano Mondonico, che farà da allenatore della squadra dei Campioni dello Sport. Insieme a lui gli ex calciatori Riccardo Ferri, Alessio Tacchinardi, Sergio Porrini e Angelo Colombo, e l'ex pugile Silvano Usini. Per le istituzioni erano presenti il sindaco di Crema Stefania Bonaldi e il consigliere comunale con delega allo Sport Walter Della Frera, mentre per il mondo delle associazioni del terzo settore che beneficeranno degli introiti della partita è intervenuta la presidente dell'Anffas Daniela Martinenghi. In rappresentanza del mondo dei cantanti era presente Boosta dei Subosnica, e Vito Romanazzi, musicista cremonese.

 

A proposito di terzo settore, un ruolo particolare ha giocato nella preparazione dell'iniziativa la società dell'Ac Crema 1908, protagonista del progetto di inclusione sociale tramite lo sport denominato Sportabilità. All'evento di presentazione in Comune era presente il presidente della società nerobianca Massimiliano Gnatta, insieme a Omar Trioni, uno dei giocatori della squadra di calcio a 5 non vedenti, che da poco ha iniziato ad allenarsi al Centro San Luigi, ristrutturato proprio per dare spazio alle iniziative del progetto Sportabilità. Per Gnatta la presenza a questo evento «dimostra una volta di più che quando c'è da intervenire per progetti di solidarietà la nostra società non si tira indietro. Abbiamo confermato la nostra linea a favore dei valori dello sport come occasione di inclusione sociale, mettendo a disposizione degli organizzatori la nostra squadra di non vedenti. Inoltre come associazione sportiva abbiamo acquistato un numero considerevole di biglietti, per permettere a tante persone vicine alla nostra società di partecipare alla partita tra i Campioni dello Sport e la Nazionale cantanti».

 

Non è mancato all'evento di presentazione della partita benefica anche il fiduciario locale del Coni, Fabiano Gerevini, che ha così commentato: «Si tratta di un'operazione da guardare con grande favore, che vede in atto un connubio perfetto tra sport e solidarietà. È molto positivo il fatto che persone di fama legate al mondo del calcio e della musica mettano a disposizione il loro tempo e la loro professionalità per un fine benefico. È un bell'insegnamento, all'insegna dello sport e della voglia di aiutare gli altri, che come Coni appoggiamo decisamente e facciamo nostro».

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.