CREMONA - Impostazione scientifica dell’esposizione, prestiti pubblici significativi, sinergie anche internazionali con altri musei, rapporto con il tessuto cittadino, piano di comunicazione e promozione ed eventi correlati. Per l’Amministrazione comunale le mostre vanno costruite così e, nel 2015, ha lavorato intensamente in questo modo insieme al Settore Cultura, Musei e City Branding, realizzando le seguenti esposizioni: ‘Il viaggio nel Lombardo-Veneto dell’imperatore Ferdinando I e le vedute di Eduard Gurk’ alla Pinacoteca, ‘La voglia matta - Il cinema di Ugo Tognazzi’ al padiglione delle mostre temporanee del Museo del Violino, ’50 anni di Linus’ del Centro Fumetto Andrea Pazienza a palazzo comunale e al Museo di Storia Naturale, ’1937. La Vittoria alata e il mito stradivariano’ al Museo Archeologico e al Museo del Violino. 

 

L’Amministrazione comunale ha constatato che la mostra «Le origini della natura morta cremonese e lombarda», prevista per il 21 novembre prossimo, non ha le caratteristiche indicate e dunque non può essere realizzata. «Tutte le mostre - è la dichiarazione dell’amministrazione - anche se piccole, devono essere stimolo per i musei e per la città. Solo così le esposizioni possono parlare ad un pubblico vasto ed attirare visitatori a beneficio del sistema museale e di Cremona». 

 

Nel 2015, la valorizzazione della Pinacoteca ha visto, oltre alla mostra ‘Il viaggio nel Lombardo-Veneto dell’imperatore Ferdinando I, la realizzazione del progetto Arcimboldo sonoro, in concomitanza on il ritorno del quadro da Expo, e l’avvio dei lavori per la ristrutturazione della sala Cremona che partiranno entro novembre e consentiranno, dopo anni, la climatizzazione di uno spazio che ospiterà le opere lignee della Pinacoteca, compreso il prezioso Armadio del Platina. 

 

Richiamo internazionale e valorizzazione strutturale della Pinacoteca, dunque, sono stati comunque raggiunti. Continua l’impegno dell’Amministrazione per il rilancio della Pinacoteca di Cremona e per la programmazione (già presentata) per il 2016 che sarà riccadi festival, di eventi e di mostre, tra cui “Concerto per Sofonisba” (aprile-giugno 2016), “Genius ex Machina - Janello Torriani un inventore europeo tra Rinascimento e Rivoluzione Scientifica” (settembre 2016-gennaio 2017) e “Una nuova domus romana” da settembre 2016".

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.