CREMONA - La Vanoli vince al PalaRadi superando la Virtus Segafredo Bologna al termine di un incontro sempre condotto da Travis Diener e compagni e nel quale gli ultimi dieci minuti hanno contribuito a dilatare il punteggio sino al 87-70 finale. Una vera prestazione di squadra quella dei biancoblu che mandano sei uomini in doppia cifra per punti e valutazione.

LA CRONACA – La faccia dei biancoblu sin dall’avvio è quella giusta, soprattutto nella propria meta campo dove una buona intensità permette di sporcare fin da subito le percentuali ospiti, recuperare palloni e trovare buone soluzioni nella metà campo offensiva. In attacco i biancoblu sfruttano bene il gioco interno per poi aprire il campo alle triple di Diener e Aldridge per il 14-9 del quinto minuto. Tre punti di Aradori riavvicinano immediatamente Bologna ma un’ulteriore tiro da tre di Stojanovic e un canestro di Diener fanno chiudere il quarto a Cremona avanti 22-18. Nel secondo parziale l’andamento è più o meno il medesimo con la Vanoli che sfrutta bene gli uno contro uno di Stojanovic e Saunders e i canestri da sotto di Mathiang. Bologna risponde con gli otto punti di Moreira ma la schiacciata ancora di Mathiang e i liberi di Ruzzier e Crawford danno otto punti di vantaggio a Cremona all’intervallo (46-38). Il terzo parziale vede prima la Vanoli provare ad allungare in modo deciso sino al +11 del 25′ con la tripla di Aldridge (55-44), poi la Virtus proporre il suo massimo sforzo per rientrare in partita. Guidate da Punter le V nere trovano ritmo in attacco e recuperano arrivando al meno 3 del 30′ (61-58). La Vanoli però non si scompone e fin dall’inizio dell’ultimo parziale alza nuovamente i giri in difesa e, così facendo, ricomincia a trovare buone soluzioni in attacco. Il quinto fallo di Punter è poi lo spartiacque che interrompe l’inerzia offensiva ospite. La Vanoli dal canto suo comincia a vedere il traguardo quando le due triple di Aldridge e Ruzzier la portano nuovamente in doppia cifra di vantaggio a tre dal termine (75-64). Sono altre due triple di Ruzzier e Crawford a mettere la parola fine all’incontro che si chiude sul punteggio di 87-70 per gli uomini di coach Sacchetti.

MVP – In una grande prestazione di squadra l’MVP lo diamo a Wesley Saunders, vero equilibratore della manovra biancoblu in entrambi i lati del campo. Il numero uno della Vanoli chiude con 15 punti, 4 rimbalzi, 6 falli subiti e 2 assist per 18 di valutazione.

I PROTAGONISTI – Per la Vanoli Mathiang è autore di un’altra grande prestazione condita dall’ormai solita doppia doppia da 14+10 per 20 di valutazione e +24 di +/- (il migliore della squadra). Altri quattro uomini in doppia cifra con Ruzzier, decisivo nel quarto periodo, che segna 11 punti con 4 assist, Stojanovic e Aldridge ne mettono 13 a testa e Crawford ne aggiunge altri 11. Per Bologna Punter è il più continuo con 18 (6/6 da due), Moreira ne mette 16 con 6 rimbalzi. 12 per Aradori e 10 per M’Baye.

IL DATO – Cremona la vince in difesa tenendo Bologna a 70 (13 nell’ultimo quarto) e forzandole 16 palle perse, e la vince trovando una buona distribuzione delle responsabilità in attacco (sei uomini in doppia cifra per punti e valutazione). La vince anche grazie alla panchina che produce 27 punti contro gli 8 di Bologna (60-62 per gli ospiti con i soli quintetti in campo).

IL MOMENTO CHIAVE – Cremona controlla la partita sin dalla palla a due per poi subire il ritorno di Bologna dopo un primo tentativo di allungo nel terzo quarto. A questo punto è l’ultimo parziale che diventa decisivo per indirizzare l’incontro. Le due triple di Aldridge e Ruzzier scavano il solco decisivo a tre dal termine e la Vanoli non si guarda più indietro.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.