CREMONA - Una lite, scatenata apparentemente per futili motivi, è costata una denuncia per lesioni e minacce a B.M., un giovane che la sera del 7 maggio scorso, in piazza dei Patrioti a Borgo Loreto, Cremona, aveva colpito con calci e pugni al volto e alla schiena un coetaneo, entrambi nordafricani.

 

I carabinieri, intervenuti a sedare la lite, hanno stabilito che B.M., 21enne, aveva chiesto una sigaretta ad un amico della vittima (23 anni) e a causa di precedenti screzi tra i due, si erano prima scambiati sguardi minacciosi e poi erano venuti alle mani. Ad avere la peggio è stato il 23enne, che è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari, per ferite poi risultate guaribili in 7 giorni.

 

Pesanti le minacce che B.M., sempre secondo la denuncia dei carabinieri, aveva rivolto al 23enne, tra cui anche quella per cui avrebbe violentato la sorella.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.