CREMA – «La giunta Bonaldi è intenzionata a dare una fantomatica svolta alle politiche abitative riguardanti gli alloggi di proprietà del Comune, gestiti direttamente oppure da ALER tramite apposita convenzione»: così il Movimento 5 Stelle cremasco interviene sulla questione della morosità degli alloggi popolari, attaccando il sindaco di Crema Stefania Bonaldi.

 

«In piena bagarre per l’housing sociale dei Sabbioni – prosegue la nota firmata dal M5S – la giunta cerca goffamente di nascondere la propria inadeguatezza e prospetta un piano di intervento che di svolta non ha proprio nulla. Per 5 anni, il sindaco ha raccontato che la morosità era ai livelli minimi fisiologici, mentre adesso è stata costretta ad ammettere che esiste un problema strutturale. Il M5S Cremasco ha sempre sostenuto la necessità di far emergere e colpire tutte quelle situazioni di morosità non dipendenti da difficoltà economiche, ma da atteggiamenti e comportamenti furbeschi e ingannevoli».

 

«Quanto alla necessità di ristrutturazione delle unità abitative, è evidente che la questione non si palesa da oggi. Nella scorsa consigliatura, non vi è stata alcuna volontà di individuare risorse finanziarie adeguate e quelle che ora si prospettano rasentano il ridicolo! Sarebbe bastata una maggiore attenzione alle morosità per affrontare almeno la manutenzione ordinaria. Si apprende, poi, della volontà di istituire un ufficio dedicato agli alloggi popolari, dimenticandosi di dire che nei comuni minimamente organizzati tali uffici esistono da sempre, occupandosi dell’indizione dei bandi, delle assegnazioni, dell’anagrafe dell’utenza, della fatturazione, delle decadenze, dei problemi di natura manutentiva, ecc. Infine, si prospetta la revisione della convenzione con ALER, ritenuta costosa e poco efficace. Considerato il personale a disposizione del comune, si dovrebbe valutare lo scioglimento della convenzione, puntando sulla maggiore produttività del personale comunale, con un rapporto più diretto con gli inquilini e un sensibile risparmio per i Cremaschi».

 

«Il M5S Cremasco – concludono – ritiene che si debbano intercettare i fondi regionali per l’edilizia residenziale pubblica, mentre il piano di intervento prospettato dalla giunta Bonaldi palesa l’assenza di proposte innovative. Pertanto, il M5S Cremasco è sconcertato della pressapochezza e incapacità di gestire il tema e teme il profilarsi del sostanziale mantenimento dell’attuale disastrosa situazione».

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.