CREMONA - Il 13 aprile agenti della squadra mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in luogo di cura a carico di un cittadino italiano di origini rumene del ’99, residente a Cremona, responsabile di continui maltrattamenti ai danni dei genitori e del fratello minore.
Il ragazzo, secondo quanto riferito dai genitori, da circa un anno non farebbe altro che mettere in atto una serie continua di comportamenti ed atti vessatori, minatori e violenti, causati dall’abuso di sostanze stupefacenti e da una conseguente sintomatologia psicotica, con idee deliranti di tipo mistico e megalomaniaco.

L’ultimo episodio significativo, segno evidente della gravità del suo stato psicotico, è quello accaduto il 3 aprile scorso, quando il ragazzo, introdottosi all’interno di una roulotte parcheggiata in via Sesto, aveva collegato quello che sembrava una sorta di rudimentale innesco ad una bombola di gas. Intervenuti sul posto una pattuglia della squadra volante (nella foto un momento dell'intervento) e operatori specializzati del nucleo artificieri della questura di Milano, era stata appurata l’inoffensività del presunto ordigno. 

In ragione di tale fatto, il ragazzo era stato ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale, dove, nel pomeriggio di venerdì 13 aprile, gli è stata notificata l’ordinanza di custodia.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.