CREMA - Crema dà per la prima volta stagione continuità al proprio torneo e coglie la seconda vittoria consecutiva. I rosanero hanno ribaltato il pronostico che li vedeva sfavoriti contro l'Antenore Padova seconda in classifica, giocando un incontro fatto di ottime soluzioni offensive e molta sostanza.

 

I ragazzi di Garelli hanno sfoderato una partenza sprint, che dopo la tripla iniziale di Filippini ha consentito a Crema di dominare il primo parziale chiudendolo sul 22 a 6. Montanari e compagni non si sono scomposti nemmeno nel secondo quarto, quando Padova ha imposto i diritti della propria classe rimontando e passando in vantaggio. Contrariamente a quanto troppo spesso avvenuto in stagione, i leoni cremaschi non hanno accusato il colpo ed hanno reagito chiudendo in vantaggio all'intervallo.

 

Secondo tempo che segue il copione del primo: Crema che arriva nuovamente al vantaggio in doppia cifra e Padova che rimonta riportandosi a -1. Gli ospiti hanno la forza di riprendere un minimo margine che mantengono fino alla fine, quando sul fallo sistematico dei veneti la freddezza di Montanari fa la differenza. Finisce 80 a 71 e Crema può affrontare con maggior fiducia le ultime cinque giornate della regular season.

 

«Partita solida che è iniziata con l'atteggiamento giusto, sia in attacco che in difesa, con la nota assolutamente positiva dei 5 uomini in doppia cifra di punti realizzati (denominatore comune anche della vittoria di Bernareggio), sintomo di un'identità di gruppo sempre maggiore e di una possibilità di impensierire gli avversari con diverse soluzioni tattiche», il commento dell'assistant coach cremasco Erich Franchini. «Da limare ancora alcuni errori difensivi, che oggi fortunatamente per Crema non sono stati puniti (5/30 da 3 per Padova). Questa coppia di vittorie consecutive (l'unica della stagione) infonde ulteriore fiducia al gruppo, che il prossimo weekend affronterà una squadra in un grande periodo di forma come Olginate che sta lottando per abbandonare la zona playout».

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.