CREMA - L’emozione della lirica, la magia della musica, l’incanto del pianoforte e della voce che si mescolano in un inno alla vita e alla bellezza. Il tutto con uno sguardo alla solidarietà, tramite il sostegno alla Onlus “Cascina Blu”. Queste le caratteristiche che hanno reso unica la serata che si è tenuta in Sala Pietro da Cemmo a Crema, giovedì 6 giugno. Il concerto, organizzato dall’Associazione Bottesini, grazie all’attivissimo direttore Francesco Daniel Donati, ha visto esibirsi la mezzo soprano lituana Egle Sidlauskaite, vincitrice del “Premio Città di Crema”, assegnato ogni anno in occasione del Concorso di Canto Lirico a Portofino, e al pianoforte la giovane pianista e mezzo soprano svizzera Cassandra Wyss.

 

Un concerto di altissimo livello, con un programma variegato, capace di emozionare e anche divertire, e una prestazione musicale e canora impeccabile da parte delle due straordinarie protagoniste. Dal celebre “L’amour est un oiseau rebelle” della “Carmen” di Bizet, passando per le scoppiettanti “Melodie gitane” di Dvorak, arrivando alle struggenti note del “Roberto Devereux” di Donizetti e di “Adelson e Salvini” di Bellini, intervallati dalle note di Liszt e Chopin, per concludere infine con due arie dal “Samson et Dalila” di Saint-Saëns, Wyss e Sidlauskaite hanno letteralmente incantato il pubblico presente in Sala Pietro da Cemmo.

 

Il Concorso Lirico Internazionale di Portofino, che si terrà dal 22 al 26 luglio, come ricordato da Francesco Donati, è giunto ormai alla sua quinta edizione, ed è un evento ormai affermato. Donati ha voluto sottolineare anche il fatto che il concerto di quest’anno a Crema, collegato al Concorso, è stato caratterizzato da un’importante novità: lo scopo benefico di sostenere “Cascina Blu Onlus”, associazione di genitori di ragazzi autistici con sede a Paderno d’Adda. Un valore aggiunto all’evento, che è stato sottolineato anche dal sindaco di Crema Stefania Bonaldi nel suo saluto. Conclusione della serata presso villa Donati, dove ha sede l’Associazione Bottesini, per un momento conviviale. Un evento riuscito e perfettamente organizzato in ogni suo momento, e un’altra grande occasione per rendere Crema sempre più città della musica e della solidarietà. (RS)

 

(foto Arianna Giavardi)

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.