CREMA - Mattinata da prof quella di oggi per Sergio Porrini, ospite dell’istituto Sraffa per parlare del valore educativo dello sport ai ragazzi delle classi che partecipano al progetto Erasmus Smile.

Il tecnico del Crema 1908 ha parlato della sua esperienza sia da atleta, che da allenatore: dalle giovanili del Milan, alla Juventus, dai Rangers Glasgow, al Pizzighettone, rispondendo alle domande dei ragazzi. Porrini ha ripercorso tutte le tappe che l’hanno portato da piccolo appassionato di calcio, a calciatore affermato  e sul tetto del mondo, dopo la vittoria della coppa intercontinentale nel dicembre 1996. Senza dimenticare però origini, famiglia, sacrifici, rispetto per gli altri e importanza della frequenza scolastica e del profitto, nella crescita complessiva della persona.

All’incontro ha preso parte il direttore generale dell’Ac Crema 1908 Massimiliano Gnatta, che ha portato l’esperienza della squadra cremina che milita nel campionato di Eccellenza: dalla prima squadra ai progetti di inclusione che sta curando la società nerobioanca. Come già accaduto in altre occasioni, a sostegno delle iniziative del progetto Erasmus, presente anche Fabiano Gerevini, governatore area 2 Lombardia del Panathlon, nonché delegato Coni per il cremasco.

Le iniziative che rientrano nel progetto Smile (acronimo di Slow down, Move your body, Improve your diet, Learn for life and Enjoy school time), si concluderanno con un evento che si svolgerà il prossimo giugno e coinvolgerà la rete di scuole di cui lo Sraffa è capofila: Liceul Tehnologic Petrol (Romania), Atisalani Asnadolu Lisesi (Turchia), Bauskas Valsts Gimnazija (Lituania), VI Liceum Ogolnoksztalcace Im. Krola Zygmunta Augusta W Bialymstoku (Polonia) e il Convitto nazionale Domenico Cirillo di Bari.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.