CREMONA - Importante riconoscimento per l’attività svolta dal Sistema Museale. Il progetto Ci sei nei musei, realizzato dal Comune di Cremona – Sistema Museale con ANFFAS Cremona onlus, riceverà il secondo premio nella categoria Premio Persona e Comunità per la valorizzazione dei migliori progetti finalizzati allo sviluppo, al benessere ed alla cura della persona promosso dal Centro Studi Cultura e Società di Torino. Il progetto cremonese è stato selezionato dal Comitato Scientifico del Centro per la sezione Cultura, Socialità e Tempo Libero. La cerimonia di premiazione si terrà il 1° marzo prossimo a Torino, nella Sala multimediale della Regione Piemonte, nell’ambito del VI Convegno nazionale La centralità della Persona nei migliori progetti della PA e del Volontariato.

Ci sei nei musei è un progetto in corso nei Musei Civici di Cremona in stretta collaborazione con ANFFAS Cremona. Grazie ad esso le esposizioni permanenti e le mostre temporanee vengono dotate di strumenti informativi per le persone con disabilità cognitiva e relazionale anche attraverso il loro attivo coinvolgimento. Un’esperienza innovativa che si collega con quanto realizzato al Museo Archeologico all’interno dell’iniziativa “Musei per tutti”, promosso da L’abilità onlus e supportato dalla Fondazione De Agostini.

L’utilizzo del linguaggio facile da leggere e da capire, strumento creato da un progetto europeo promosso da Inclusion Europe, al quale Anffas Onlus ha partecipato, ha come scopo principale avvicinare l’informazione alle persone con difficoltà nella comprensione di testi complessi grazie ad una semplificazione grammaticale e grafica che facilita la lettura non soltanto a persone con disabilità, ma anche a persone che non conoscono molto bene la lingua italiana o che hanno difficoltà per comprendere un testo complesso.

La collaborazione tra il Sistema Museale e ANFFAS è iniziata con la mostra Janello Torriani genio del Rinascimento, è proseguita con la mostra Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del Seicento a Cremona, per la quale è stata realizzata una guida in linguaggio facile da leggere e da capire, e sta continuando con la mostra Il Regime dell’Arte. Premio Cremona 1939-1941. Fino alla sua chiusura (prorogata al 3 marzo) i visitatori possono infatti usufruire, oltre che di una guida alla visita scritta in un linguaggio facile da leggere e da capire, redatta da un gruppo di persone con disabilità di ANFFAS Cremona Onlus, di speciali ciceroni che si cimentano nell’illustrazione delle opere esposte durante le visite che si tengono la prima e l’ultima domenica del mese alle ore 15, in collaborazione con CrART e anche negli accompagnamenti gratuiti alla mostra, su prenotazione per gruppi formati da persone con disabilità.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.