PANDINO - Un romeno arrestato dopo un  furto di zafferano, denunciati i due complici.

Nella prima serata del 12 marzo il comando stazione carabinieri di Pandino procedeva all’arresto in flagranza di reato di rapina impropria del un romeno 39enne, disoccupato, pregiudicato.

L’arrestato, proveniente da Milano, presso il supermercato Famila, veniva sorpreso da un dipendente dell’esercizio commerciale mentre attraversava le casse dopo aver rubato della merce. Quando si è reso conto di essere stato coperto, per assicurarsi la fuga, spintonava il dipendente procurandogli lesioni personali guaribili in 5 giorni.

Prontamente inseguito da altri impiegati e dai carabinieri di Pandino chiamati sul posto, veniva bloccato in un campo vicino. L’immediata perquisizione personale permetteva di rinvenire la refurtiva, consistente in 27 (ventisette) grosse confezioni di zafferano per un valore di circa 200 euro. La refurtiva è stata recuperata e restituita. Venivano fermati nei pressi del supermercato i due presunti complici romeni: un 29enne e un 27enne, pregiudicati anche per reati specifici entrambi domiciliati a Milano, che venivano trovati in possesso di chiavi contraffatte ed arnesi da scasso.

I due sono stati denunciati possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. L’arrestato nella mattinata odierna sarà trasferito davanti giudice monocratico presso il tribunale di Cremona per essere processato con rito direttissimo

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.