CREMONA - I carabinieri della compagnia cittadina guidata dal maggiore Rocco Papaleo hanno denunciato all’autorità giudiziaria competente per rapina impropria in concorso un uomo e una donna, rispettivamente classe 1969 e classe 1976, entrambi residenti a Sospiro. I due sono stati rintracciati nel corso di un posto di controllo presso lo stadio “Zini” di Cremona. Al termine degli accertamenti, venivano individuati quali autori della rapina perpetrata presso il supermercato “Penny Market” commessa il 17 settembre 2018 quando, alle 13 circa, in via Opicifi 1 si davano alla fuga dopo che si erano opposti ad un addetto alla sicurezza che li aveva sorpresi a rubare.

In particolare l’addetto, nell’espletamento del servizio, li aveva bloccati dopo che gli stessi avevano oltrepassato le casse senza provvedere al pagamento di merce precedentemente prelevata dagli scaffali, occultata all’interno di una borsa. Questi, al fine di guadagnarsi la fuga, lo minacciavano, in particolare l’uomo alzando la maglietta, mostrava un coltello a serramanico che nascondeva all’altezza della cintura dei pantaloni. I due riuscivano a dileguarsi, a bordo di un’autovettura di cui non si conosceva la targa. 

I militari nel corso del posto di controllo notando lo stesso modello di auto, con a bordo appunto un uomo ed una donna, li fermavano e procedevano alle operazioni di riconoscimenti anche attraverso i sistemi di video. sorveglianza, acquisiti all’epoca dell’episodio, che permettevano appunto di riconoscerli e identificarli compiutamente, permettendo il loro deferimento. Nel corso della perquisizione i due sono stati sorpresi a detenere una dose di cocaina per cui sono stati anche segnalati alla locale Prefettura ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 quali assuntori di sostanze stupefacenti. 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.