SPINO D’ADDA - I carabinieri della stazione di Pandino hanno arrestato un 35enne di Spino d’Adda per detenzione e spaccio di stupefacenti.

 

Durante l’esecuzione di un servizio di prevenzione dei reati contro il patrimonio, una pattuglia della stazione di Pandino è passata in centro a Spino d’Adda e ha notato la presenza di due giovani che avevano un fare sospetto. I militari hanno deciso di procedere alla loro identificazione rinvenendo nelle mani di un 24enne marocchino residente a Pandino 1,5 grammi di hashish.

 

Accompagnati i due in caserma, è emerso che lo straniero aveva appena acquistato lo stupefacente dal 35enne italiano, noto per problemi di tossicodipendenza. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso poi di rinvenire in casa oltre 80 grammi del medesimo stupefacente, una bilancina, denaro contante e materiale per il confezionamento.

 

N.R., disoccupato, è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione e spaccio di stupefacenti e su disposizione del PM della Procura della Repubblica di Cremona è stato recluso in regime di arresti domiciliari in attesa del processo. Nella mattinata di mercoledì 12 settembre si è tenuto il processo per direttissima in Tribunale a Cremona e si è concluso con la condanna ad un anno di reclusione.

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.