CREMA - Giovedì sera è stato richiesto l'intervento della Polizia di Stato in Piazza Fulcheria, dove un ragazzo aveva segnalato di essere stato vittima del furto della propria bicicletta e di averla vista in possesso di un cittadino straniero. La centrale operativa del Commissariato, ricevute le prime descrizioni della bicicletta e del reo, ha inviato prontamente sul posto un equipaggio in servizio di volante.

Gli agenti hanno subito riscontrato la veridicità della segnalazione, individuando nei pressi della piazza una coppia di nordaficani, uno dei quali in possesso del velocipede e identificato per un tunisino di 26 anni, già noto per altri reati contro il patrimonio commessi nei giorni scorsi. L'ultima volta, dopo essere stato scoperto e denunciato, l'uomo era stato espulso dal Prefetto di Cremona e ne era stato disposto il trattenimento da parte del Questore di Cremona in un centro di permanenza per il rimpatrio; all'uomo tuttavia, nel corso delle visite sanitarie obbligatorie, era stata diagnosticata una possibile complicanza sanitaria che ne rendeva impossibile il trattenimento per l'espulsione ed era stato pertanto rilasciato.

La situazione dello straniero nel frattempo è stata costantemente seguita dagli operatori della Polizia di Stato, che proprio nei giorni scorsi hanno avuto l'esito positivo della sorveglianza sanitaria e la conferma della possibilità di trattenerlo in un centro. Grazie a questa attività, alla fine degli accertamenti relativi al furto della bicicletta, che è stata restituita al legittimo proprietario, l'uomo è stato denunciato per ricettazione ed accompagnato nel pomeriggio di ieri presso il centro di permanenza di Trapani, da dove verrà rimpatriato nei prossimi giorni nel paese d'origine.

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.