CREMA - Un italiano e due marocchini fermati dalla polizia per violenza sessuale di gruppo ai danni di una 20enne. 


Il 27 maggio la polizia di stato del Commissariato di Crema, a seguito di articolate e tempestive indagini, ha identificato e sottoposto a fermo per violenza sessuale aggravata di gruppo, ai danni di una ragazza di 20 anni, un cittadino italiano e due stranieri di nazionalità marocchina. La violenza è avvenuta il 25 maggio, nel pomeriggio, all’interno di uno stabile abbandonato.


Le indagini sono scattate dopo la denuncia, formalizzata il 27 maggio dalla vittima italiana. Il grave quadro indiziario ha trovato iniziale riscontro nella refertazione medica della violenza sessuale, accertata dai sanitari che hanno fornivato le prime cure e riscontrato inequivocabili tracce della violenza subita.


Le indagini, svolte sotto la direzione della locale Procura della Repubblica, con encomiabile professionalità e tempestività, dal personale del Commissariato di Crema, grazie all’approfondita conoscenza del territorio, hanno consentito di individuare, sulla base delle precise descrizioni dei luoghi e delle persone riferite dalla vittima, sia il luogo della consumazione del reato, sia i suoi autori, rintracciati nel giro di poche ore dalla formalizzazione della denuncia. 


Nel corso dell’attività sono stati inoltre acquisiti ulteriori elementi di riscontro a consolidamento dell’impianto accusatorio ed a supporto delle dichiarazioni rese dalla parte offesa.


I fermi di polizia giudiziaria sono stati convalidati dal gip che ha emesso a carico degli indagati misure cautelari in carcere richieste dal pm Lisa Saccaro.


I dettagli dell’operazione nella conferenza stampa convocata in questura per le 12.30.

 

I DETTAGLI DELLA CONFERENZA STAMPA: LE FOTO E LE VIDEOINTERVISTE

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.