Jacopo parla poco, ma sogna tanto. E punta in alto. Più in alto della sclerosi tuberosa e dei limiti. Con una compagna inseparabile: la musica. «Jacopo sente la musica e, come per magia, sorride. Mentre la ascolta spariscono la malattia, i limiti e la disabilità. Basta un suono per scoprire il divertimento ed amare la vita. Anche con la sclerosi tuberosa» racconta mamma Francesca in un post su Facebook.

 

La sclerosi tuberosa è una malattia genetica rara che comporta ritardo intellettivo, epilessia e tratti autistici. Ma non priva dei sorrisi, del divertimento, della voglia di vivere. E di correre per realizzare i propri sogni: «Insieme – continua mamma Francesca - abbiamo imparato a non arrenderci. A rincorrere i sogni fino a realizzarli. Tra questi, c’è anche quello di poter incontrare NEK, proprio il 17 dicembre a Cremona».

 

Jacopo, insieme alla sua mamma, sarà al Teatro Ponchielli di Cremona il prossimo 17 dicembre al concerto di Nek. È emozionatissimo e per questo si sta preparando adeguatamente: «La sua canzone preferita è “Unici”, ma anche “Se Telefonando” ha fatto breccia nel suo cuore. Stiamo imparando i brani del nuovo album: abbiamo trasformato tutti i testi in immagini per aiutarlo a comprenderli e a memorizzarli».

 

In poche ore il sogno di Jacopo è diventato virale. Ora non resta che sperare che giunga anche all’attenzione di Nek. Nel mezzo, mamma Francesca rivolge un appello: «Condividete, affinché il sogno di Jacopo si realizzi» (GG).

 

COMMENTI

Per commentare devi essere registrato. Clicca qui per registrarti.

Non ci sono commenti per questo articolo.